MASSIMO CACCIARI, Sul concetto di relazione: ritrovare la prossimità nella distanza,

L’Associazione ASIA di Bologna propone un viaggio in Grecia con i filosofi – la formula si chiama Vacances de l’Esprit in crociera -. Partecipano Vittorino Andreoli, Massimo Cacciari, Gabriele Lolli, Achille Bonito Oliva, Remo Bodei.

Vittorino Andreoli, Capire il dolore: per una cultura delle nostre follie quotidiane, dal 23 al 26 aprile 2009 – Riva degli Etruschi, sul mare della Toscana

Massimo Cacciari, Sul concetto di relazione: ritrovare la prossimità nella distanza, dal 30 maggio al 2 giugno 2009 – Castello di Brenzone, sul lago di Garda

Gabriele Lolli, Godel e l’incompletezza: l’avventura del Novecento dalla mente alle macchine, dall’11 al 18 luglio 2009, Soprabolzano


Achille Bonito Oliva, L’arte oltre il 2000, dal 18 al 25 luglio 2009, Soprabolzano

Remo Bodei, Le rotte della filosofia greca, dal 7 al 14 novembre 2009, in Grecia con Costa Crociere: imbarco da Venezia e Ancona con scali a Santorini, Mykonos, Atene, Dubrovnik

Il tema assegnato a Cacciari è illustrato così nel numero di Marzo della rivista Le Scienze, che pubblicizza il viaggio:
Le coppie di opposti “identità-alterità”, “amico-nemico”, “prossimo-straniero” diventeranno il filo rosso attraverso cui Massimo Cacciari rivisiterà alcuni dei più grandi filosofi che su tali concetti si sono soffermati, a partire dalla Grecia antica con Eraclito fino all’epoca contemporanea (Derrida, Levinas, Severino…); questo excursus filosofico ci inizierà ad una riflessione originale sul tema della differenza.

*

La proposta di lettura personale di Filosofia e tragedia sembra qui confermata con le allusioni ad Eraclito e a quelle coppie filosofiche in cui i due termini non sono pensabili se non dentro una contraddizione che ci costringe a tenerli uniti, a conservarli dentro la contraddizione stessa.
Mi sembra questa la ‘traccia tragica’, di cui Cacciari parla nella sua Conferenza, che si ripropone a noi i ‘soggetti morali’ – come direi io -, impegnati ad ‘arrangiare le nostre case’, preoccupati che su di esse non si abbatta l’immensurabile, che non è solo l’Eros eroticamente inteso: ciò che ci sospinge ai margini della razionalità e che ci fa errare ogni giorno è un daimon che è carattere, ma anche passione politica, follia d’amore…
Nel titolo scelto da Cacciari si legge: ritrovare la prossimità nella distanza.
Il filosofo Pier Aldo Rovatti ha scritto Abitare la distanza. Per un’etica del linguaggio.
Sull’idea della distanza ho scritto il 12 gennaio per il mio sito: Abitare la distanza. Un’etica del pensiero e del linguaggio

A proposito della relazione d’amore, Lou Andreas Salomè ha scritto:

«Sono sempre i nostri muri quelli contro cui urtiamo e su cui proiettiamo la nostra immagine del mondo, sia che cerchiamo di amplificare il nostro spazio, sia che vi accatastiamo i nostri beni.»

«Solo chi rimane completamente se stesso si presta alla lunga a venire amato, perché solo così, nella sua pienezza vitale, può simbolizzare per l’altro la vita, essere avvertito come una potenza di essa. Non vi è errore più grande nell’amore dell’adattarsi timorosamente l’uno all’altro e di uniformarsi a vicenda…».

«Un eterno rimanere estranei nell’eterna vicinanza è dunque il segno più pertinente e inalienabile di ogni amore in quanto tale: …non solo nel disprezzo o nell’amore non ricambiato, infatti, ma dappertutto, ovunque dove ci si ama, l’uno sfiora solo l’altro lasciandolo poi a se stesso. E’ sempre una stella irraggiungibile che noi amiamo, e ogni amore è sempre nella sua profonda essenza una segreta tragedia, ma proprio per il fatto di esserlo riesce ad avere effetti così potentemente produttivi».

LOU ANDREAS SALOME’, Riflessioni sull’amore

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...