archètipo

Primo esemplare, modello

vai a:

archètipo in Vocabolario – Treccani

Arché

ArchéArché (dal Greco, principio, comando, potere). Nella filosofia presocratica designa il principio unico a cui tutte le cose sono “asservite” ed entro cui ogni cosa vive la sua dimensione. L’arché è l’identità del diverso, inteso come principio unico ed eterno (incorruttibile) di cui ogni cosa è costituita, pur nella diversità di ciascuna sostanza terrena.
L’arché dunque non solo è ciò che vi e di identico nelle cose diverse, e non solo è la dimensione da cui esse provengono e in cui esse ritornano, ma è anche la forza che determina il divenire [il mutare] del mondo, ossia è il “principio” che, governando il mondo, lo produce e lo fa tornare a sé (E. Severino, la filosofia antica)

da: Piccolo dizionario filosofico.

Arché

‘Arché’Arché significa propriamente “principio”, “origine”. Viene chiamato arché ciò che vi è di identico nelle cose diverse (si veda anche il capitolo sui Milesi). Di fronte al mutare delle cose sensibili (il divenire, ovvero il cambiare, il generarsi e il distruggersi, la molteplicità e la diversità delle cose), l’arché è ciò che accomuna le cose diverse, e insieme ne è la forza stessa che le produce.

da: Prologo – L’orizzonte originario della filosofia greca.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: