corso di filosofia: IL FINITO, L’INFINITO, L’ETERNO. Gli interrogativi della SCIENZA, le speculazioni della FILOSOFIA, le indagini della TEOLOGIA. Prima serata: CARLO SINI, Continuità del mondo e discrezione del sapere. Da Aristotele alla scienza attuale. A cura della associazione Noesis, 13 novembre 2018, Auditorium L. Mascheroni, Via Alberico da Rosciate 21/A, Bergamo

IL FINITO, L'INFINITO, L'ETERNO Gli interrogativi della SCIENZA, le speculazioni della FILOSOFIA, le indagini della TEOLOGIA. Siamo lieti di invitarLa alla serata di apertura del nuovo corso di Filosofia Noesis 2018-2019   Martedì 13 NOVEMBRE ore 20.00 Auditorium L. Mascheroni Via Alberico da Rosciate 21/A, Bergamo   All'ingresso della sala saranno attive le prenotazioni   … Leggi tutto corso di filosofia: IL FINITO, L’INFINITO, L’ETERNO. Gli interrogativi della SCIENZA, le speculazioni della FILOSOFIA, le indagini della TEOLOGIA. Prima serata: CARLO SINI, Continuità del mondo e discrezione del sapere. Da Aristotele alla scienza attuale. A cura della associazione Noesis, 13 novembre 2018, Auditorium L. Mascheroni, Via Alberico da Rosciate 21/A, Bergamo

Nicola Gardini e la felicità di leggere i Classici, al Teatro Sociale di Como, 29 ottobre 2018, ore 21

È Nicola Gardini, docente all’Università di Oxford, latinista, scrittore, autore di best seller tutti incentrati sull’erudizione classica. Tra gli altri: Viva il latino. Storia e bellezza di una lingua inutile, Con Ovidio. La felicità di leggere un classico Le 10 parole latine che raccontano il nostro mondo Protagonista del primo incontro letterario per Como città dei Plinii che … Leggi tutto Nicola Gardini e la felicità di leggere i Classici, al Teatro Sociale di Como, 29 ottobre 2018, ore 21

Emanuele Severino: … di tutte le cose è necessario dire che è impossibile che non siano, cioè è necessario affermare che tutte sono eterne

COATESA SUL LARIO ... e dintorni

… la follia essenziale si esprime nella persuasione che le cose escono e ritornano nel niente. Il mortale è appunto questa volontà che le cose siano un oscillare tra l’essere e il niente.

Al di fuori della follia essenziale, di tutte le cose è necessario dire che è impossibile che non sianocioè è necessario affermare che tutte – dalle più umili e umbratili alle più nobili e grandi – tutte  sono eterne

Tutte, e non solo un dio, privilegiato rispetto ad esse.

se il divenire non appare come annientamento, ma come l’entrare e l’uscire delle cose dal cerchio dell’apparire, allora l’affermazione dell’eternità del tutto stabilisce la sorte di ciò che scompare: esso continua a esistere, eterno, come un sole dopo il tramonto.

Non solo la legna fiammeggiante, le braci, la cenere, il vento che le disperde sono eterni astri dell’essere che si succedono nel…

View original post 107 altre parole

ERACLITO, di Jorge Luis Borges

  Eraclito cammina per la sera di Efeso. La sera lo ha lasciato, senza che la sua volontà lo decidesse, sulla riva di un fiume silenzioso il cui destino e il cui nome ignora. C'è un Giano di pietra e qualche pioppo. Si guarda nello specchio fuggitivo e scopre ed elabora la sentenza che le … Leggi tutto ERACLITO, di Jorge Luis Borges

Cacciariana, pagina interamente dedicata alla figura di Massimo Cacciari, a cura di Francesco Brusori| Filosofia e nuovi sentieri

Cacciariana a cura di Francesco Brusori Cacciariana è una pagina interamente dedicata alla figura di Massimo Cacciari. Si procederà con la pubblicazione di tutto ciò che concerne la sua opera e ciò che vi ruota intorno: recensioni, interviste, saggi ecc   vai a Cacciariana | Filosofia e nuovi sentieri

LAVIA GABRIELE, Se vuoi essere contemporaneo LEGGI I CLASSICI, Piemme, 2017

i CLASSICI suggeriti alla lettura da Gabriele Lavia: Omero, Iliade Odissea Sofocle, Edipo re Shakespeare, Amleto Moliere, Il malato immaginario Goethe, Faust Foscolo, Dei sepolcri Leopardi, Il sabato del villaggio Melville, Moby Dick Dostoevskij, Memorie dal sottosuolo Tolstoj, Anna Karenina Nietzsche, Su verità e menzogna in senso exytamorale Strindberg, La signorina Julie Cechov, Il gabbiano … Leggi tutto LAVIA GABRIELE, Se vuoi essere contemporaneo LEGGI I CLASSICI, Piemme, 2017

Ciò che nella vita rimane, non sono i doni materiali, ma i ricordi … Alda Merini

"Ciò che nella vita rimane, non sono i doni materiali, ma i ricordi dei momenti che hai vissuto e ti hanno fatto felice. La tua ricchezza non è chiusa in una cassaforte, ma nella tua mente. È nelle emozioni che hai provato dentro la tua anima." Alda Merini

Tenere insieme le cose – Mark Strand

Poesia in rete

In un campo
io sono l’assenza
del campo.
È
sempre così.
Ovunque io sia
io sono ciò che manca.

Quando cammino
divido l’aria
e sempre
l’aria rifluisce
a riempire gli spazi
in cui era stato il mio corpo.

Abbiamo tutti motivi
per muoverci.
Io mi muovo
per tenere insieme le cose.

Mark Strand

(Traduzione di Damiano Abeni)

da “Dormendo con un occhio aperto”, 1964, in “L’uomo che cammina un passo avanti al buio”, Mondadori, Milano, 2011

∗∗∗

Keeping Things Whole

In a field
I am the absence
of field.
This is
always the case.
Wherever I am
I am what is missing.

When I walk
I part the air
and always
the air moves in
to fill the spaces
where my body’s been.

We all have reasons
for moving.
I move
to keep things whole.

Mark Strand

da “Sleeping with One Eye Open” (1964), in “Collected Poems”, New York, Alfred A. Knopf/…

View original post 3 altre parole

Verità e Divenire – Oltre il Linguaggio – Emanuele Severino

SIMONA RINALDI, la Dimora del Tempo circolare

SguardosuSeverino_Miligi_Torno_07.pdf

OLTRE IL LINGUAGGIO

EMANUELE SEVERINO

La verità agisce sul divenire, dominandolo, nel senso che gli impedisce di prevaricare, ne annienta la prevaricazione.

L’errore è la convinzione che ciò che non può essere sia.

EPISTÈME E DOXA

La Verità è annientamento

View original post

il Cd di: SEVERINO EMANUELE, Zirkus Suite (1947). Un peccato di gioventù, musica di Emanuele Severino, con la revisione critica di Alessandro Bombonati. Esecuzione dell’Ensemble Consmilano Modern: flauto: Alessandro Schiattone; Oboe: Luca Tognon; corno inglese: Giacomo Piccioni; clarinetto: Niccolò Dainelli; fagotti: Carlo Golinelli, Mario Garavelli; cornetta: Pietro Martinoli; marimba: Ettore Marcolini; timpani: Leonardo Bares. Registrato alla Sala Verdi del Conservatorio di Milano, il 19 e 20 marzo 2018. Mimesis editore 2018, con i contributi di Alessandro Bombonati, Massimo Donà, Cristina Frosini, Giuseppe Fausto Modugno, Luca Nolasco.

FESTIVAL FILOSOFI LUNGO L’OGLIO EDIZIONE 2018: 5 GIUGNO – 18 LUGLIO Quando la filosofia si fa condivisione

“IL VALORE DEL CONDIVIDERE” Dopo Le stagioni della vita, Geografia delle Passioni, Vizi e virtù, Destino, Corpo, Felicità, Dignità, Noi e gli altri, Fiducia, Pane quotidiano per tutta l’umanità, Gratuità, Toccare ruoterà attorno alla plurisignificatività del verbo condividere, la tredicesima edizione del Festival Filosofi lungo l’Oglio. Una scelta che intende prendere sul serio gli snodi … Leggi tutto FESTIVAL FILOSOFI LUNGO L’OGLIO EDIZIONE 2018: 5 GIUGNO – 18 LUGLIO Quando la filosofia si fa condivisione

GIACOMO LEOPARDI, riassunti in Studia Rapido

Zibaldone di Giacomo Leopardi: cos’è e perché si chiama così. In generale, il termine Zibaldone indica una “mescolanza confusa e senza criterio”, in riferimento a oggetti, persone, cibi, idee, ecc. In riferimento allo Zibaldone di Giacomo Leopardi, si tratta di una sorta di vasto e articolato diario cui il poeta, dal 1817 al 1832, affidò … Leggi tutto GIACOMO LEOPARDI, riassunti in Studia Rapido

sulle MAPPE. A proposito di carte geografiche, Un racconto di Jorge Luis Borges

Borges è stato un grande scrittore argentino. Il suo racconto ha qualcosa a che fare con quello che abbiamo letto sull'impossibilità di una carta geografica di rappresentare fedelmente la realtà. C'era una volta un imperatore avido e crudele. Aveva fatto costruire un'altissima torre in cima alla quale c'era una stanzetta con quattro finestre aperte ai quattro … Leggi tutto sulle MAPPE. A proposito di carte geografiche, Un racconto di Jorge Luis Borges

MUGHINI GIAMPIERO, Che profumo quei libri. La biblioteca ideale di un figlio del Novecento, Bompiani, 2018. Indice del libro

Giovanni Pascoli, Myricae Italo Svevo, Una vita Federico De Roberto, I vicerè Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal Alberto Moravia, Gli indifferenti Curzio Malaparte Kaputt Giorgio Scerbanenco, Venere privata Giuseppe Fenoglio, Un giorno di fuoco Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana Gaetano Salvemini, Come funziona la dittatura fascista Carlo Rosselli, Socialismo liberale Fortunato Depero, Numero … Leggi tutto MUGHINI GIAMPIERO, Che profumo quei libri. La biblioteca ideale di un figlio del Novecento, Bompiani, 2018. Indice del libro