i religiosi del creazionismo e i religiosi della matematica che odiano Emanuele Severino

scrivo ad alcuni cultori della filosofia e del linguaggio:

segnalo una lezione di emanuele severino trascritta da ritiri filosofici
nel post ho riportato solo l’analisi linguistica, ma c’è il link che rimanda all’intero testo
non aggiungo gli aggettivi dei miei elogi, per evitare di urtare la sensibilità chi di voi è ipercritico
saluti
e buon futuro
———————————————-
mi scrive una persona :

Ciao, stai tranquillo sei molto misurato. Accettiamo sbilanciamenti fatti per il puro godimento intellettuale. Grazie mille  per quanto mi mandi. ***

——————————————————————————-

rispondo:

grazie ***
fra i miei “amici” ci sono dei “religiosi della matematica” (come quello che recentemente ha detto che il tribunale di norinberga è stata una ingiustizia … non ricordo neppure come si chiama ..  ) che, se potessero, tornerebbero alla inquisizione per bruciare vivo emanuele severino
ciao
ecco
mi è venuto in mente come si chiama
odifreddi (detto anche, da me, torquemada)
———————————————————————–
mi scrive la persona
In effetti  hai toccato un punto sensibile, Severino, mi dicono quelli che lo frequentano, a volte prende precauzioni contro gli inevitabili fanatici religiosi, sia cristiani che sopratutto islamici.Brescia è in percentuale  la città col maggior numero di immigrati. C’è uno zoccolo duro dei cattolici locali e romani ,che lo vede come il fumo negli occhi.
———————————————————————————————————-
rispondo:
temevo che ci fosse un problema così
lui fa parlare la filosofia per mettere in discussione il creazionismo (

“Creatio est productio rei ex nihilo sui et subjecti”, Sant’Agostino, 

(da cui si deve trarre la logica conseguenza che il primo omicida è dio, perchè lo ha annullato ancor prima di farlo nascere)
figuriamoci cosa gli vorrebbero fare i religiosi di ogni religione
lo strano è che lo vorrebbero morto anche omuncoli come odifreddi, che più volte lo ha insultato
ed infatti emanuele severino non si degna neppure di nominarlo nel suo libro LA LEGNA E LA CENERE con cui discute con tutti i suoi interlocutori. tutti, tranne che i minimi di cui sopra
speriamo che il “dolore” inaspettato non gli arrivi proprio dagli islamici che popolano ormai i nostri habitat
ciao

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...