alle radici della parola COLLEGARE

Sanscrito: LAG: "aderire; "attaccare"; "legarsi a"; "seguire" Greco: lego: raccogliere; sylloge: raccolta; eklego: scegliere; ekloge: scelta Latino: colligo, colligere: raccogliere, radunare colligare, "legare insieme" Fonti informative da: Franco Rendich, Dizionario comparato delle lingue classiche indoeuropee, Palombi editore Il nuovo etimologico, Zanichelli   Massimo Cacciari nella parola collegare indica anche la presenza di Logos, in questa … Leggi tutto alle radici della parola COLLEGARE

DI GREGORIO A. – Il Vademecum del traduttore, Libreria Dante Alighieri online

ingrandisci DI GREGORIO A. - Il Vademecum del traduttore Idee estrumenti per una nuova figura di traduttore Il Vademecum del traduttore propone un vastissimo campionario ragionato di problemi connessi alla pratica quotidiana della traduzione e relative soluzioni.  vai alla scheda DI GREGORIO A. - Il Vademecum del traduttore [978-88-534-3753-2] - € 10.00 : Libreria Dante Alighieri … Leggi tutto DI GREGORIO A. – Il Vademecum del traduttore, Libreria Dante Alighieri online

Dilemma, etimologia, definizione e significato | da Una parola al giorno

Ragionamento per cui due premesse opposte conducono alla medesima conclusione; alternativa dal greco dìlemma, composto da di due e lemma premessa, da lambàno prendere. Questa parola è molto curiosa perché è normalmente impiegata con un significato approssimativo, che ha poco a che vedere con quello proprio. Infatti solitamente il dilemma è inteso quale scelta fra alternative, o perfino come incognita o situazione problematica: il … Leggi tutto Dilemma, etimologia, definizione e significato | da Una parola al giorno

nel 1982 W.J. Ong pubblicava un saggio molto interessante, “Orality and literacy. The technologizing of the word” (trad. it., Oralità e scrittura. Le tecnologie della parola, Il Mulino, 1986), con il quale venivano studiate le modificazioni e le trasformazioni legate al crescere dell’uso della parola scritta nella storia del pensiero occidentale

nel 1982 W.J. Ong pubblicava un saggio molto interessante, “Orality and literacy. The technologizing of the word” (trad. it., Oralità e scrittura. Le tecnologie della parola, Il Mulino, 1986), con il quale venivano studiate le modificazioni e le trasformazioni legate al crescere dell’uso della parola scritta nella storia del pensiero occidentale. In altre parole, Ong … Leggi tutto nel 1982 W.J. Ong pubblicava un saggio molto interessante, “Orality and literacy. The technologizing of the word” (trad. it., Oralità e scrittura. Le tecnologie della parola, Il Mulino, 1986), con il quale venivano studiate le modificazioni e le trasformazioni legate al crescere dell’uso della parola scritta nella storia del pensiero occidentale

Federico Roncoroni, Margherita Sboarina, MODELLI TESTUALI, dal testo descrittivo al testo letterario, Arnoldo Mondadori Scuola editore, 1992

Nella mie esperienza è la più bella e utile antologia che sia stata pubblicata, perchè la sua struttura ed i suoi contenuti si prestano anche a comprendere e valorizzare  la "scrittura professionale" che si esprime nei servizi alla persona. Purtroppo questo libro è esaurito presso l'editore. Però può essere recuperato in qualche bilblioteca e consultato … Leggi tutto Federico Roncoroni, Margherita Sboarina, MODELLI TESTUALI, dal testo descrittivo al testo letterario, Arnoldo Mondadori Scuola editore, 1992

LOMBARDI VALLAURI E. , La linguistica in pratica, Il Mulino

E. LOMBARDI VALLAURI La linguistica In pratica Collana "Itinerari" pp. 352, € 27,00 978-88-15-24605-9 anno di pubblicazione 2014 in libreria dal 09/01/2014 Note: Nuova edizione € 27,00 Acquista volume Memo Prefazione Parte prima. La linguistica e la vita I. Capire la realtà  1. Scienza del linguaggio, scienza del pensiero 2. La nascita della linguistica 2.1. … Leggi tutto LOMBARDI VALLAURI E. , La linguistica in pratica, Il Mulino

Cesare Segre (1928-2014), genio timido della filologia – di Paolo De Stefano Corriere.it

... Citava Propp, Jakobson e Lévi-Strauss. Aveva avviato dal ‘66, con Maria Corti, d’Arco Silvio Avalle e Dante Isella, una rivista di critica pionieristica, «Strumenti critici». Cesare Segre era l’opposto di Isella e Corti nel proporsi agli studenti: non faceva nulla per piacere. Tutto il suo fascino stava in quel che diceva, non nel come … Leggi tutto Cesare Segre (1928-2014), genio timido della filologia – di Paolo De Stefano Corriere.it

L. CANFORA, U. CARDINALE (a cura di), Disegnare il futuro con intelligenza antica

 nella deriva del mondo moderno è ancora necessaria una guida antica per superare la falsa percezione di un’antitesi tra umanesimo e tecnica per la scheda vai a: L. CANFORA, U. CARDINALE (a cura di), Disegnare il futuro con intelligenza antica | POLSER - Politiche sociali e dei servizi.

alle origini della parola FESTA, partendo da Emanuele Severino e passando attraverso Emile Benveniste, Franco Rendich, Giovanni Semerano

Sono partito da questo estratto da una lezione di Emanuele Severino sulla parola FESTA: Ascolta nell'audio le connessioni linguistiche individuate da Severino --->  alle origini della parola FESTA Il dizionario etimologico dice "giorno di riposo", dal latino FESTUS, alla cui radice sentiamo FES Ma Severino ci indica di ricercare "gruppi di significati". Seguiamoli. 1. le radici … Leggi tutto alle origini della parola FESTA, partendo da Emanuele Severino e passando attraverso Emile Benveniste, Franco Rendich, Giovanni Semerano

BARBARO, BARBARI: alla radice della parola (attraverso Franco Rendich e Giovanni Semerano)

dal sanscrito Bal "respirare", "vivere" nel greco diventa barbaros, "che balbetta", "che parla in modo incomprensibile", "straniero" in latino diventa balbus . "balbuziente, e barbarus, "straniero dal Dizionario etimologico comparato delle lingue classiche indoeuropee di Franco Rendich, Palombi editore, 2010 si apprendono queste sequenze di significati: Dal DIZIONARIO DI LINGUA GRECA nelle ORIGINI DELLA CULTURA EUROPEA di Giovanni … Leggi tutto BARBARO, BARBARI: alla radice della parola (attraverso Franco Rendich e Giovanni Semerano)

Così la Terra cominciò a parlare. Scavando nell’etimologia del greco, del latino e del sanscrito, Giovanni Semerano ha rintracciato la madre di tutte le lingue. Arriva dalla Mesopotamia

Così la Terra cominciò a parlare Scavando nell'etimologia del greco, del latino e del sanscrito, Giovanni Semerano ha rintracciato la madre di tutte le lingue. Arriva dalla Mesopotamia Qualcosa di nuovo, anzi di antico. Antico e sorprendente. Mettiamo Adamo... Di solito si parte da lui e si viene avanti, fino a noi.A un certo punto, quando racconta … Leggi tutto Così la Terra cominciò a parlare. Scavando nell’etimologia del greco, del latino e del sanscrito, Giovanni Semerano ha rintracciato la madre di tutte le lingue. Arriva dalla Mesopotamia

Massimo Cacciari, “Nel tempo del manuale universale della scrittura chi scriverà lo farà introiettando una prospettiva di uguaglianza, utilizzando un linguaggio il più possibile globale: questo avviene già in ambito scientifico e accadrà anche in quello filosofico. La langue tende a diventare unica e questo influirà sui contenuti”

... ora abbiamo a disposizione uno schermo che può racchiudere tutto il sapere universale. E' un sistema totalizzante: se in mano ho una biblioteca universale il resto è niente>>. La conseguenza di questo manuale finale è che il sapere diventa immediatamente disponibile. Accessibilità immediata alla totalità del sapere grazie a uno strumento. <<A questo punto … Leggi tutto Massimo Cacciari, “Nel tempo del manuale universale della scrittura chi scriverà lo farà introiettando una prospettiva di uguaglianza, utilizzando un linguaggio il più possibile globale: questo avviene già in ambito scientifico e accadrà anche in quello filosofico. La langue tende a diventare unica e questo influirà sui contenuti”