Nicola Gardini e la felicità di leggere i Classici, al Teatro Sociale di Como, 29 ottobre 2018, ore 21

È Nicola Gardini, docente all’Università di Oxford, latinista, scrittore, autore di best seller tutti incentrati sull’erudizione classica. Tra gli altri: Viva il latino. Storia e bellezza di una lingua inutile, Con Ovidio. La felicità di leggere un classico Le 10 parole latine che raccontano il nostro mondo Protagonista del primo incontro letterario per Como città dei Plinii che … Leggi tutto Nicola Gardini e la felicità di leggere i Classici, al Teatro Sociale di Como, 29 ottobre 2018, ore 21

LAVIA GABRIELE, Se vuoi essere contemporaneo LEGGI I CLASSICI, Piemme, 2017

i CLASSICI suggeriti alla lettura da Gabriele Lavia: Omero, Iliade Odissea Sofocle, Edipo re Shakespeare, Amleto Moliere, Il malato immaginario Goethe, Faust Foscolo, Dei sepolcri Leopardi, Il sabato del villaggio Melville, Moby Dick Dostoevskij, Memorie dal sottosuolo Tolstoj, Anna Karenina Nietzsche, Su verità e menzogna in senso exytamorale Strindberg, La signorina Julie Cechov, Il gabbiano … Leggi tutto LAVIA GABRIELE, Se vuoi essere contemporaneo LEGGI I CLASSICI, Piemme, 2017

Roberto Carifi, Nomi del Novecento, Le Lettere, Firenze, 200, p. 98

MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

roberto-carifi087roberto-carifi088roberto-carifi089roberto-carifi090


Biografia

Roberto Carifi è un letterato pistoiese del secondo dopoguerra. Allievo di Piero Bigongiari, tra i maggiori esponenti dell’ermetismo fiorentino, conosciuto nel 1982, profondamente influenzato dalle voci liriche di Rainer Maria Rilke e Georg Trakl, su cui si è esercitato anche come traduttore,[1]oltre a essere poeta, svolge l’attività di critico letterario.[2] Attratto sin dagli anni degli studi universitari dalla filosofia francese e tedesca, nell’età matura ha incrociato il pensiero buddhista, attorno al quale si focalizzano le sue raccolte più recenti, come Tibet e Il segreto. Al fianco degli studi filosofici, vi sono quelli di psicoanalisi, compiuti dapprima presso L’École Freudienne di Parigi, come auditore alle lezioni tenute da Jacques Lacan, e proseguiti a Milano. Mentre nelle liriche giovanili si risente la dizione rilkiana e emerge il debito verso la filosofia di Martin Heidegger, nei componimenti successivi questi…

View original post 61 altre parole