I DIALOGHI DI PLATONE: al via il nuovo Ciclo delle GRANDI PAROLE – GENOVA OGGI NOTIZIE

«I Dialoghi di Platone»: al via il nuovo Ciclo delle grandi parole
Genova – Omero Antonutti e Federico Vanni, insieme con il conduttore Gianni Vattimo, sono i protagonisti della prima serata del nuovo ciclo delle Grandi Parole che prende il via sabato 17 marzo (ore 17) sul palcoscenico del Teatro della Corte.

Gli appuntamenti di quest’anno sono dedicati ai “Dialoghi di Platone”, di cui verranno letti il Simposio, Protagora, Critone e ampi brani antologici da Fedro, Fedone, La Repubblica, Timeo, Teeteto e Menone.
Il ciclo, che nasce dalla constatazione della teatralità della scrittura di Platone e dall’ipotesi che il suo pensiero offra ancora oggi un criterio d’interpretazione della realtà e di riflessione sulle problematiche contemporanee, si avvale della guida, in veste di relatori, di cinque illustri studiosi e testimoni del nostro tempo (Gianni Vattimo, Vito Mancuso, Massimo Cacciari, Giulio Girello, Paolo Flores d’Arcais), e dell’interpretazione di alcuni grandi interpreti della scena italiana (Omero Antonutti, Elisabetta Pozzi, Eros Pagni, Massimo De Francovich, Massimo Venturiello), affiancati per l’occasione da alcuni attori della compagnia dello Stabile (Federico Vanni, Orietta Notari, Massimo Mesciulam, Massimo Cagnina, Roberto Serpi, Massimo Malagugini, Roberto Alinghieri).
Il ciclo dedicato ai Dialoghi di Platone prende il via sabato 17 marzo (ore 17) con la lettura quasi completa del Simposio (argomento: “Amore ed erotismo”, introdotto da Gianni Vattimo) e prosegue il lunedì seguente (19 marzo, ore 20.30), con Vito Mancuso che introduce il tema “L’anima il suo destino”.
Il Simposio, che sarà letto da Omero Antonutti e Federico Vanni, è una delle opere di Platone insieme più note e più misteriose. Colui che racconta, Apollodoro, non è stato testimone diretto dei fatti evocati, ma riferisce ciò che gli è stato detto da un amico che aveva partecipato alla serata in onore di Agatone, il drammaturgo vincitore delle Grandi Dionisiache. Il clima è quello di una festa, con lo scorrere abbondante del vino, nel corso della quale gli amici scelgono di trascorrere il tempo parlando di Amore ed erotismo. A turno, ciascuno farà il suo elogio della divinità più inquietante dell’Olimpo. Inizia Fedro e via via prendono la parola molti altri: il commediografo Aristofane costretto a ritardare il suo intervento dall’urgenza del singhiozzo, il festeggiatissimo Agatone e il sempre sorprendente Socrate, sino a che la rumorosa irruzione di Alcibiade permetterà di concludere in allegria il simposio, lasciando che il vino e il sonno prendano il sopravvento su tutti: Socrate escluso.
Due voci femminili (Elisabetta Pozzi e Orietta Notari) saranno le protagoniste, al fianco di Vito Mancuso, della serata di lunedì 19 marzo che ripercorrere, attraverso quattro tra i più famosi miti platonici (il mito della biga alata dal Fedro, quello dell’immortalità dell’anima dal Fedone e quelli della caverna e di Er, esposti rispettivamente nel libro VII e nel libro X di La Repubblica), il viaggio dell’anima umana dalla nascita alla morte, e alla reincarnazione. La nascita come caduta dall’Empireo, la vita sulla terra e la volontà di risalita, l’illusione delle apparenze sensorie e la ricerca della verità, il grandioso quadro dell’immensa pianura dell’Aldilà dove le anime che hanno scontato la pena nell’Ade o che provengono dalla colonna di luce celeste si troveranno a dover scegliere la loro vita futura sotto il governo di Ananke e l’amministrazione delle Moire. Quattro miti per raccontare il ciclo della vita: altrettante testimonianze delle alte qualità di Platone scrittore che, attraverso la parola, sa evocare spazi e costruire situazioni di grande tensione emotiva.

Le Grandi Parole dedicate ai Dialoghi di Platone proseguiranno poi sabato 24 (ore 17) con la lettura del Protagora (argomento “Virtù e conoscenza”, introdotto da Massimo Cacciari); lunedì 26 (ore 20.30) con il trittico Timeo, Teeteto e Menone (“Scienza e reminiscenza”, introduzione di Giulio Giorello), per concludersi lunedì 2 aprile (ore 20,30) con Paolo Flores d’Arcais che parla di “La libertà e la legge” sul filo delle argomentazioni trattate nel Critone.

da «I Dialoghi di Platone»: al via il nuovo Ciclo delle grandi parole – GENOVA OGGI NOTIZIE.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...