Giglio Margherita

RINGHIERA, poesia di Margherita Giglio

Gialli petali di ferro

intrecciati tra la terra e i sassi. 

Io penso ad una frase

“Non poteva vivere l’amore 

perché  lei stessa era l’amore”.

 L’ autunno si veste di foglie ingiallite

E sembra quella notte

quando la pioggia cadeva fitta

e una storia incominciava.

Le luci intorno mimano 

ombre e bagliori già  passati

incapaci di illuminare…

Chi  e che cosa?

Quella strada che porta a domani?

Vorrei poter conoscere lo spazio

tra passato e futuro,

Vorrei conoscere 

Il tempo del Sempre e del Mai

E quanto dura l’Adesso.

Così,  tanto per ingannare l’attesa,

brucio il non senso di una canzone,

La magia delle parole,

lo scorrere dei ricordi.

Parlo con la notte.

Scelgo i sogni da sognare.

Racconto favole

mentre osservo gialli petali di ferro

intrecciati tra la terra e i sassi. Incapace di vivere l’amore.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.