Conversando con Gino Mazzoli sul pensiero filosofico di Emanuele Severino (e altro), alla luce di un intervento di Luigi Vero Tarca, 8 gennaio 2014

Mi scrive Gino Mazzoli:

carissimo
qui trovi una critica “costruttiva” (che probabilmente conosci) alla posizione filosofica di Severino:

la trovo interessante perchè introduce una gradualità in un ragionamento (quello di Severino) che a mio avviso è troppo segnato dal “bianco o nero” che disconosce tutto ciò che si colloca nell’area della possibilità e della gradualità
ovviamente sono mie opinioni e come ti ho detto mi piacerebbe discuterne una volta con te che hai molta più competenza di me in materia
ma non si profila ancora uno spazio per farlo
spero che l’occasione si crei per cose che devo venire a fare dalla tue parti
nel frattempo un caro saluto e un augurio sincero per un 2014 per lo meno democratico…
a presto
gino

1. Risposta di Paolo Ferrario tramite un Audio (per valorizzare la fluidità dei processi di pensiero), Conversando con Gino M. sul pensiero filosofico di Emanuele Severino, alla luce di un intervento di Luigi Vero Tarca:

2. Replica di Gino Mazzoli tramite audio:

Audio in formato mp3: Mazzoli conversazione con Paolo

Allegati citati nell’audio:

6 pensieri riguardo “Conversando con Gino Mazzoli sul pensiero filosofico di Emanuele Severino (e altro), alla luce di un intervento di Luigi Vero Tarca, 8 gennaio 2014

  1. Nel capitolo terzo intitolato “Verità, negazione, differenza” del libro “Discussioni intorno al senso della verità”,
    Severino si sofferma sul discorso svolto da Tarca nel saggio “Differenza e negazione. Per una filosofia positiva”.

    Mi piace

  2. Salve a tutti. Io consiglierei, per chi volesse approfondire la “disputa” tra Severino e Tarca, di non soffermarsi su quell’unica intervista fatta a Tarca in quanto essa dice tanto ma quel tanto è purtroppo condensato e per questo va a sminuirsi. Consiglierei due libri interessantissimi per chi è intenzionato ad approfondire il pensiero tarchiano: il primo “Verità, alienazione e metafisica” in cui si tenta di muovere una critica alla filosofia di Severino; il secondo è “Differenza e negazione – Per una filosofia positiva”, il “mattone” in cui è trattato l’intero discorso filosofico del filosofo. Solo dopo sarà possibile leggere, a mio modo di vedere, il capitolo terzo di “Verità, negazione, differenza” in cui è contenuta la risposta di Severino a Tarca. Inoltre credo che tutto ciò possa essere affiancato ad un altro libro di recente pubblicazione, brevissimo ma densissimo, scritto da Marco Simionato “Nulla e negazione – L’aporia del nulla dopo Emanuele Severino” la cui introduzione è scritta proprio da Severino in risposta diretta a Simionato e in risposta indiretta a Tarca. Sperando di aver fatto cosa gradita porgo i miei cordiali saluti e rinnovo i complimenti a Paolo per questo blog. Alberto

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...