Arché

‘Arché’: Arché significa propriamente “principio”, “origine”. Viene chiamato arché ciò che vi è di identico nelle cose diverse (si veda anche il capitolo sui Milesi). Di fronte al mutare delle cose sensibili (il divenire, ovvero il cambiare, il generarsi e il distruggersi, la molteplicità e la diversità delle cose), l’arché […]

hýbris

«L’antico popolo greco chiama hýbris la prevaricazione. Essa è già presente prima ancora che l’uomo voglia volare. Nell’antica cultura greca la hýbris originaria è il furto del fuoco che Prometeo sottrae agli dei per darlo ai mortali. Egli dice di aver dato agli uomini tutte letéchnai – tutte […]

Physis

‘Physis’: La physis, in latino “natura”, è quella parte del mondo che si manifesta come diveniente. La parte del mondo che accoglie gli spettacoli del mutamento è quella dimensione in cui le cose nascono e muiono, e pertanto hanno alle spalle, secondo una visione metafisica, qualcosa di immutabile che […]

divenire

Il divenire: il divenire è il mutamento delle cose, ovvero il loro passare da uno stato all’altro. Nel suo significato più ampio si riferisce al continuo generarsi e degradarsi delle cose. Secondo Emanuele Severino, il divenire così come è inteso dai greci nel suo senso più radicale, è la […]

Tutto

Il senso greco del Tutto: Il Tutto, secondo il significato greco originario, è quella regione che contiene ogni cosa esistente. “Eppure queste cose e ogni altra – altri mondi e altri dèi – si trovano insieme in un’unica regione, costituita appunto dalla totalità delle cose: essa contiene il […]

Epistéme

‘Epistéme’: il termine è abitualmente tradotto come scienza, ma nel suo significato originario significa “stare al di sopra”, dalle radici epì (“su“) e stéme (“stare“). Oggi il significato di “epistemologia” è quello di riflessione critica sulla scienza moderna, ma per i primi pensatori greci l’episteme costituiva quella forma di conoscenza che si […]

alétheia

Verità (‘alétheia’): la parola greca alétheia, che può essere tradotta come verità, significa letteralmente e originariamente “non essere nascosto” (“a-” come privativo di “Lèthe”,“nascondimento”, ovvero, “ciò che non è nascosto”, “che è esposto alla luce”). La verità, oggetto della conoscenza filosofica, è quindi ciò che si manifesta, che non rimane oscuro, ma […]

mythos

per i greci il mythos “non intende essere una rivelazione fantastica, bensì la rivelazione del senso essenziale del mondo.” “Per la prima volta nella storia dell’uomo, i primi pensatori greci escono dall’esistenza guidata dal mito e la guardano in faccia. Nel loro sguardo c’è qualcosa di assolutamente nuovo. Appare […]

Filosofia (‘philo-sophìa’)

Filosofia (‘philo-sophìa‘): letteralmente “aver cura della conoscenza“. Il termine conoscenza deriva da sophos, sapiente, che richiama l’aggettivo saphes (“chiaro“, “luminoso”, “manifesto”, “evidente”, “vero”). Philo è un prefisso che indica lo “stare dalla parte di”, “aver cura di”, “seguire la strada della [conoscenza]”, ecc. La Filosofia è l’alveo originario […]

PHYSIS

Severino così ci spiega l’origine della parola physis: “Quando i primi filosofi pronunciano la parola physis, essi non la sentono come indicante semplicemente quella parte del Tutto che è il mondo diveniente. Anche perché è la parola stessa a mostrare un senso più originario, che sta al fondamento […]

episteme

Traduciamo episteme con le parole scienza e conoscenza, quindi la conoscenza scientifica. Ma episteme è composto di epi-, “sopra” , e –steme, “stare”, dalla radice indoeuropea, “sta”. Si ottiene, tradotto, come lo stare che sovrastà. Ciò che è posto al di sopra, il sovrastare, è un sapere che sovrastà e che rimane […]

aletheia

Sappiamo che il termine aletheia è composto di a-, alfa privativo con funzione di prefisso, e lethen, non nascondimento , dunque il disvelarsi del volto delle cose da: Emanuele Severino: Cosa significa conoscere?.

EMANUELE SEVERINO, Dove sfuma il confine tra naturale e artificiale. Severino e il destino della tecnica

Emanuele Severino 22/12/2000 Dove sfuma il confine tra naturale e artificiale. Severino e il destino della tecnica Nel modo contemporaneo “cade la distinzione tra natura e artificio, ma tutto diventa costruibile e dunque artificiale, almeno tendenzialmente”. Così il filosofo Emanuele Severino ripensa il mondo diviso tra natura e […]

Emanuele Severino: Le ‘Opere di Genio’: Leopardi, intervista di Renato Parascandolo rilasciata a Napoli Nella sede Vivarium il 4 giugno 1993, da www.emsf.rai.it

Emanuele Severino LE ‘OPERE DI GENIO’: LEOPARDI   Documenti correlati intervista di Renato Parascandolo rilasciata a Napoli Nella sede Vivarium il 4 giugno 1993 Professor Severino, in che modo è stata considerata e si considera oggi, dal punto di vista filosofico, l’opera di Leopardi? Che Leopardi fosse un […]

Emanuele Severino, Parmenide

Abstract

Per Severino l’ontologia è la riflessione sul senso dell’essere e del nulla. Come tale essa è una scoperta dei Greci. Per Parmenide la verità è al di sopra del divenire, e così non è minacciata dal nulla. Lo scandalo del pensiero di Parmenide consiste nel fatto che egli dice: “Il divenire non è, il mondo non è”. Per Parmenide, se l’essere è assolutamente opposto al nulla, allora esso è immutabile, eterno, incorruttibile, ingenerabile. Da questo principio segue la negazione del molteplice. Ma allora il mondo stesso, che è molteplice, non è. Lo scetticismo pirroniano è figlio della negazione parmenidea della verità del mondo. Dopo Parmenide l’esistenza del mondo è stata considerata tanto evidente quanto il principio per cui l’essere non è il nulla. Severino fa infine riferimento al “parricidio” che Platone compirebbe nel Sofista nei confronti di Parmenide.

Jean Baudrillard, La morte naturale

Alla definizione biologica della morte e alla volontà logica della ragione corrisponde una forma ideale e standard di morte, che è la morte “naturale”. E’ una morte ”normale” perché arriva “al termine della vita”. Il suo stesso concetto nasce dalla possibilità di far arretrare i limiti della vita […]

POLIS, scheda di Emilio Lledó

Qual è il significato originario del termine pólis, che rimanda alla definizione aristotelica dell’uomo come animale politico? Questo è un altro termine essenziale, poiché ne è derivata una cosa tanto importante come la politica. Il termine “politica” è la traduzione, o meglio la traslitterazione, di un aggettivo greco: politiké. Téchne […]

Eudaimonía, scheda di Emilio Lledó

Eudaimonía si potrebbe tradurre, con una certa approssimazione, usando la parola “felicità”. Ma il campo semantico del termine eudaimonía, ovvero ciò che questa parola comprende, è molto più ampio. All’inizio di quello che forse è il primo grande libro sull’etica, sulla struttura del comportamento degli uomini – l’Etica Nicomachea […]

frammenti di Eraclito, dove ricorre la parola Lógos, SWIF – Sito Web Italiano per la Filosofia

frammenti di Eraclito, dove ricorre la parola Lógos. Numerazione Diels-Kranz, versione italiana di Gabriele Giannantoni, Laterza, 1975, salvo altra indicazione. Di questo lógos che è sempre gli uomini non hanno intelligenza, sia prima di averlo ascoltato sia subito dopo averlo ascoltato; benché infatti tutte le cose accadano secondo questo […]

Grazia Apisa su Parmenide

Parmenide: L’Essere è Il non essere non è Da questa fondamentale asserzione ,secondo cui l’essere coincide con il pensabile e il non essere con l’impensabile e l’inesprimibile, si giunge all’asserzione che pensare e pensare che è sono indissolubili: infatti senza l’essere non è il pensare, senza il pensare […]

PARMENIDE

Parmenide Parmenide nacque ad Elea, l’odierna Velia, in Campania, intorno al 540 a.C., ed ivi morì, non si sa bene quando, dopo avervi trascorso la vita intera ed avere acquisito benemerenze presso i concittadini, preparando per la città ottime leggi. Recentemente proprio a Velia è stato trovato un […]

Baldo Lami presenta i singoli saggi del libro ANGELICAMENTE, il senso dell’angelo nel nostro tempo, Zephyro edizioni, Milano 2010

Questo libro è nato da una doppia esigenza: in generale quella di comprendere il senso dell’angelo come figura elettiva dell’immaginario spirituale dell’uomo alla luce della sensibilità moderna; e nello specifico quella di liberarlo dal recinto del folclore del sentimento religioso o della metafora solo poetica-letteraria, in cui è […]

Emanuel Swedenborg (1688-1772), Conversazione con gli angeli

… Un pensiero originale sull’angelo umano ci è tramandato dallo scienziato mistico svedese Emanuel Swedenborg (1688-1772) che con la sua Conversazione con gli angeli avrà un grosso impatto sull’immaginario ottocentesco. Swedenborg definì gli angeli altrettanto reali quanto gli abitanti della terra, o meglio uomini in uno stato di perfezione. Per loro stessa […]

Luciana Quaia, Angeli di Natale, "emozioni" per rinascere ancora | Muoversi Insieme di Stannah

…. La nostra psiche ha bisogno di affidarsi a una rinnovata nascita, all’illusione che dal confronto di una situazione passata con quella presente sia possibile fare emergere una nuova condizione esistenziale. Ecco perché l’angelo diventa una figura così presente in questo momento di accompagnamento. Recentemente lo psicanalista milanese Baldo […]

Baldo Lami, Elena Briante, Paolo Ferrario, Claudia Reghenzi parlano di ANGELICAMENTE, Zephyro edizioni 28 novembre 2010

  ANGELICAMENTE. IL SENSO DELL’ANGELO NEL NOSTRO TEMPO Presentazione di Baldo Lami Questo libro è nato da una doppia esigenza: in generale quella di comprendere il senso dell’angelo come figura elettiva dell’immaginario spirituale dell’uomo alla luce della sensibilità moderna; e nello specifico quella di liberarlo dal recinto del folclore […]

gli Haiku, di Laura di Firenze

siccome amo appassionatamente l’haiku -paolo lo sa e ne scrivo ormai da dodici anni mi sento di aggiungere la mia voce, come chiamata in causa ma è per passione che rispondo!   Haiku la vita un attimo di vita diventa poesia   quest’haiku era in epigrafe ad una […]

Haiku

Poesia giapponese costituita da tre righe (sarebbe improprio dire costituita da tre versi) di 5, 7, 5 sillabe (totale 17: notevole per la numerologia). Ha per oggetto la natura e contiene una parola che evoca una stagione. Comporre haiku è un’arte zen. Come ha spiegato Roland Barthes, gli […]

Natura

Natura deriva dalla traduzione latina della parola greca physis (φύσις). Secondo Heidegger questo termine greco è collegato alla parola phàos, phòs che vuol dire luce volendo significare una connessione tra la vita e la luce viaNatura | Coatesa sul Lario e dintorni.

DIEGO FUSARO, ESSERE SENZA TEMPO. ACCELERAZIONE DELLA STORIA E DELLA VITA (Bompiani, 410 pagg., 12 euro, con prefazione di Andrea Tagliapietra)

segnalo con gioia che e’ uscito in questi giorni, in tutte le librerie d’Italia, il mio nuovo libro: DIEGO FUSARO, ESSERE SENZA TEMPO. ACCELERAZIONE DELLA STORIA E DELLA VITA (Bompiani, 410 pagg., 12 euro, con prefazione di Andrea Tagliapietra). Per info: http://www.filosofico.net/esseresenzatempo.htm . Dalla quarta di copertina: “Come massima […]

I Presocratici raccontati da Emanuele Severino

—————————————————————————– —————————————————————————— ——————————————————————————- —————————————————————————— —————————————————————————– —————————————————————————- vedi anche EMANUELE SEVERINO racconta i PRESOCRATICI e la NASCITA DELLA FILOSOFIA, La Repubblica editore, 2019. Indice del libro

PARMENIDE (c. 475 a.C. )

PARMENIDE (c. 475 a.C.�) On Nature�Peri Physeos Edited by Allan F. Randall from translations by David Gallop, Richard D. McKirahan, Jr., Jonathan Barnes, John Mansley Robinson and others. home.ican.net/~arandall/Parmenides/ � Parmenides’ Principle http://home.ican.net/~arandall/Parmenides/Parm-comment.html Parmenides http://web.mit.edu/wedgwood/www/ancient/parmenides.html Parmenide http://members.xoom.com/Poesia/parmenide/parmenid.htm Il pensiero antico